I poveri dell'Africa Sudsahariana che fanno chilometri per trovare l'acqua non son poveri dell'Africa son poveri della nostra umanita'.Siamo tutti responsabili,poi ci sono persone di 90 anni che hanno milioni di milioni e continuano ad accumulare denaro e non abbiamo il coraggio di tassarli di dirgli Basta!E' incredibile questi sono i problemi del mondo di un mondo che non ha una governance.Se non siamo capaci di stabilire degli obiettivi di occuparci dei problemi del mondo e di affrontarli rendendogli la nostra ragione di vita mettiamo in pericolo la nostra stessa vita.La fase del capitalismo che stiamo vivendo ha portato il progresso,probabilmente ha aumentato l'aspettativa di vita di 40 anni ma allo stesso tempo ci ha rovinato la vita,ci ha rubato il tempo,ci ha trasformati in merce di scambio siamo tutti in vendita.Abbiamo inventato una societa' del consumo con il bisogno costante di crescere perche' se l'economia non cresce e' una tragedia.Abbiamo inventato una montagna di consumo superfluo di bisogni superflui buttiamo compriamo buttiamo via,ma non capiamo che e' la nostra vita che stiamo sperperando,perche' quando compro qualcosa o tu compri qualcosa,non lo compriamo con i soldi lo compriamo con il tempo della vita che abbiamo speso per guadagnare quei soldi,con una netta differenza l'unica cosa che non si puo' comprare e' la vita.La vita si esaurisce ed e' terribile sprecare la propria vita per perdere la liberta'.La vita e' troppo bella per darle cosi' poca importanza forse dobbiamo aspettare che il malcontento si diffonda per renderci conto del valore delle cose piu' semplici e fondamentali della vita.

Premio Giovani e Barocco 
Lecce Anfiteatro Piazza Sant'Oronzo