Tocca a Noi scrivere il futuro della nostra storia...Insieme

Ascoltami!Per Favore!

Come me anche te sei un Homo Sapiens,la vita un miracolo dell'universo e' comparsa circa 4 miliardi di anni fa e noi esseri umani soltanto 200 mila anni fa eppure siamo riusciti a sconvolgere l'equilibrio che e' indispensabile alla vita stessa.

Ascolta attentamente questa storia straordinaria che e' anche la tua e poi decidi che cosa vuoi fare...

All'inizio il nostro pianeta non era altro che un caos di fuoco,una nube di tante particelle di materia, tuttavia qui e' nato il miracolo della vita.

Oggi la vita la nostra vita e' solo un anello degli innumerevoli esseri viventi che si sono succeduti nel corso di 4 miliardi di anni,ancora oggi nuovi vulcani continuano a scolpire il nostro paesaggio,ci fanno intuire come doveva essere la Terra alle sue origini un magma roccioso che sorgeva dalle profondita', si solidificava,si screpolava ribolliva o formava una sottile crosta prima di tornare inattivo per un po'.

Un'atmosfera priva di ossigeno,un'atmosfera densa carica di vapore acqueo,piena di anidride carbonica,una fornace.La terra si raffreddo',il vapore acqueo si condenso' e ricadde sotto forma di piogge torrenziali;la giusta distanza dal Sole non troppo lontano non troppo vicino la Terra e' in un equilibrio perfetto che le permette di conservare l'acqua allo stato liquido,l'acqua traccia dei percorsi come le vene del corpo umano come i rami degli alberi come vascelli che apportano linfa vitale al pianeta,i fiumi trassero minerali dalle rocce e li dissolsero gradualmente nell'acqua dolce degli oceani che divennero salati.



Da dove veniamo?

Dove si e' creata la prima scintilla di vita?Miracolo del tempo alcune forme di vita primitiva esistono ancora nelle sorgenti termali calde,sono loro a colorarle sono gli archeobatteri.Tutti si nutrono del calore della Terra tutti tranne i cianobatteri o alghe verdi azzurre sono gli unici che si orientano verso la luce del sole per catturare la sua energia,sono i principali antenati di tutte le specie di piante di ieri e di oggi,questi piccoli batteri e i loro miliardi di successori hanno cambiato il destino del nostro pianeta hanno trasformato la sua atmosfera.Cosa è successo al carbonio che avvelenava l'atmosfera?È ancora qui imprigionato nella crosta terrestre,in questi luoghi un tempo c'era un oceano di microorganismi che hanno formato delle conchiglie usando il carbonio dell'atmosfera disciolto nell oceano,queste rocce sono composte da miliardi e miliardi di strati di conchiglie dei microorganismi grazie a loro il carbonio venne sottratto dall'atmosfera e si formarono nuove forme di vita.

È la vita che ha modificato l'atmosfera.
La vita vegetale si nutriva dell'energia del Sole che le permetteva di separare la molecola dell'acqua e di trarne l'ossigeno che riempi' l'aria.Il ciclo dell'acqua sulla Terra è  un processo di rinnovo costante,cascate,vapore acqueo,nuvole,pioggia,sorgenti,fiumi,nuvole,
mari,oceani ghiacciai il ciclo non si interrompe mai c'è sempre la stessa quantità di acqua sulla Terra nel corso dei millenni tutte le specie si sono dissetate con la stessa acqua.Che sostanza stupefacente che è l'acqua una delle più instabili,può assumere lo stato liquido  dell'acqua corrente,quello gassoso del vapore o quello solido del ghiaccio.
Il motore della vita è la connessione tutto è collegato niente basta a se stesso,acqua e aria sono inseparabili unite nella vita e per la nostra vita sulla terra,la condivisione è essenziale.
Il 70 % della fonte dell'ossigeno presente nell'aria proviene dalle alghe che colorano la superficie degli oceani,la nostra Terra si basa su un equilibrio dove ognuno ha un ruolo preciso ed esiste soltanto grazie all'esistenza di un altro ,un armonia delicata e fragile basta un nulla per spezzarla.
Il corallo é nato dall'Unione delle alghe e delle conchiglie le barriere coralline ricoprono l'1% della superficie degli oceani ma sono l'habitat di migliaia di specie di pesci molluschi e alghe,l'equilibrio di tutti gli oceani dipende da loro. 
La Terra calcola il suo tempo in miliardi di anni,ci sono voluti più di 4 miliardi di anni per creare gli alberi nella catena delle specie l'albero è come una scultura vivente perfetta una sfida alla forza di gravità è l' unico elemento naturale in perpetuo movimento verso il cielo,cresce senza fretta attirato dal Sole che nutre le sue foglie,l'albero ha ereditato dai minuscoli cianobatteri la capacità di catturare l'energia della luce la accumula e se ne nutre trasformandola in legno e foglie che poi si decompongono in una miscela di acqua minerali vegetali e sostanze organiche,e così gradualmente si è formato il suolo.
Il suolo brulica di un'attività incessante di microorganismi,che lo nutrono scavano arieggiano e lo trasformano e creano l'humus il fertile mantello a cui è collegata tutta la vita sulla Terra.
Che cosa sappiamo della vita sulla Terra?
Quante specie conosciamo?
Un decimo? Un centesimo?
È che cosa sappiamo dei legami che le uniscono?
La Terra é un miracolo la vita resta un mistero.
Si formano le famiglie di animali unite da abitudini e riti che si tramandano attraverso le generazioni,alcuni si adattano alla natura guadagnano dei pascoli e i pascoli si adattano a loro entrambi ci guadagnano l'animale placa la sua fame e l'albero creerà nuovi germogli.Nella grande avventura della vita sulla Terra ogni specie ha il suo ruolo ognuna ha il suo posto,nessuna è inutile o dannosa tutte contribuiscono all equilibrio.
E allora che tu Homo Sapiens uomo pensante entri in scena,raccogli i benefici della meravigliosa eredità di 4 miliardi di anni di vita della Terra,hai soltanto 200 mila anni ma hai cambiato la faccia del mondo.Malgrado tu sia vulnerabile hai preso possesso di ogni habitat conquistato interi territori come nessuna specie aveva mai fatto.Dopo 180 mila anni di nomadismo grazie ad un clima più clemente,l'uomo si ferma,ora non dipende solo dalla caccia per sopravvivere sceglie di stabilirsi in zone che abbondano di pesce selvaggina e piante selvatiche luoghi in cui la terra l'acqua e la vita si armonizzano.


Sul pianeta una persona su quattro continua a vivere come vivevano i suoi simili 6 mila anni fa l'unica energia è quella fornita dalla natura stagione dopo stagione é il modo in cui vivono 1 miliardo e mezzo di persone piu'dell'intera popolazione di tutti i paesi ricchi.Ma l'aspettativa di vita è breve ed il duro lavoro non da tregua,gli imprevisti della natura pesano sull'esistenza quotidiana,l'educazione è un privilegio raro i bambini sono l'unica ricchezza di una famiglia perché c'è sempre bisogno di nuove braccia per provvedere al sostentamento.La genialità dell'uomo e nell'aver preso coscienza della sua debolezza,la forza fisica e la resistenza cui la natura l'ha dotato in modo insufficiente vengono trovate negli animali che aiutano l'uomo a scoprire nuovi territori.
Ma come si può conquistare il mondo con lo stomaco vuoto?L'invenzione dell'agricoltura ha cambiato la nostra storia d' successo meno di 10 mila anni fa l'agricoltura è stata la prima grande rivoluzione ha creato i primi scambi e dato vita alle città ed alla civilizzazione.Il ricordo di migliaia di anni alla ricerca di cibo è svanito abbiamo reso i cereali il lievito della vita moltiplicato le varietà e imparato ad adattarle al nostro terreno e clima.
Siamo come ogni altra specie del pianeta il nostro bisogno principale è riuscire a sfamarci,quando il suolo è meno generoso e l'acqua scarseggia siamo capaci di fare sforzi prodigiosi per ottenere dalla terra il nostro sostentamento.
L'uomo ha modellato il suolo con la pazienza e devozione che la terra esige come un gesto rituale che ricomincia senza sosta,l'agricoltura è ancora l'attività più diffusa sul pianeta,metà della popolazione mondiale coltiva la terra e più di tre quarti lo fa manualmente.
L'agricoltura è una tradizione che si tramanda attraverso le generazioni con il sudore il duro lavoro e la fatica,perché l'uomo sa che è indispensabile alla sopravvivenza.Dopo aver contato solo sulla sua forza per tanto tempo l'umanità scoprì un modo per attingere all'energia sepolta nelle profondità della Terra.Queste fiamme hanno origine dalle piante sono una riserva di Sole energia pura l'energia del sole catturata in milioni di anni da milioni di piante più di 100 milioni di anni fa d' carbone è gas ma soprattutto è petrolio.
È questa riserva di Sole che ci ha liberati dalla schiavitù della Terra,con il petrolio è cominciata l'era dell'uomo che si libera dalle catene del tempo con il petrolio alcuni hanno conosciuto un benessere senza precedenti e in 50 anni nell arco di una sola vita la Terra è cambiata più radicalmente che in tutte le generazioni precedenti dell'umanità.
Veloci più veloci negli ultimi 60 anni la popolazione della Terra è quasi triplicata i più di due miliardi di persone si sono trasferite nelle città,oggi più della metà dei 7 miliardi della popolazione globale vive in centri urbani.
New York la prima megalopoli del mondo è il simbolo dello sfruttamento di tutte le ricchezze della Terra offerte al genio umano la forza delle braccia di milioni di immigranti,l'energia del carbone l'enorme potenza del petrolio.
L'america è stata la prima ad utilizzare i fenomenali e rivoluzionari poteri dell oro nero,nei campi le macchine hanno sostituito l'uomo un litro di petrolio genera energia sviluppata da 100 paia di braccia in 24 ore,negli Stati Uniti sono rimasti solo 3 milioni di agricoltori,producono abbastanza cereali da sfamare 2 miliardi di persone,ma la maggior parte della produzione non viene destinata all'uomo,qui come in tutti i paesi industrializzati i cereali sono trasformati in foraggio ed in biocarburanti.
L'energia della riserva di Sole allontana lo spettro della siccità che minacciava i raccolti,neanche una goccia sfugge alle richieste dell'agricoltura che si accaparra in 70% dell'acqua consumata da tutta l'umanità.

In natura tutto è collegato,l'espansione delle superfici coltivate e delle monocolture ha aumentato la crescita dei parassiti,i pesticidi un altro regalo della rivoluzione petrolchimica li hanno sterminati,magri raccolti e carestie sono un ricordo lontano adesso il problema è cosa fare dell'eccedenza di raccolto prodotto dell'agricoltura,i pesticidi si diffondono nel suolo,nell'aria,nelle piante,nei fiumi e negli oceani,penetrano nel cuore delle cellule come la cellula madre quella che hanno in comune tutte le forma di vita,i pesticidi sono dannosi agli uomini che hanno liberato dalla fame?
Poi ecco i fertilizzanti un'altra scoperta della petrolchimica,hanno portato una produttività insperata in zone che prima venivano ignorate,le colture che si adattavano al terreno ed al clima sono state rimpiazzate da quelle più produttive o più facili da trasportare e così nell'ultimo secolo tre quarti delle varietà che i contadini avevano selezionato nel corso dei millenni sono scomparse,concimi nel terreno e plastica di sopra.
Più un paese è sviluppato e più carne consumano i suoi abitanti,come soddisfare una domanda in aumento in tutto il mondo senza ricorrere ad allevamenti che sembrano campi di concentramento,veloce più veloce come il ciclo vitale del bestiame che non vede mai un pascolo,produrre carne più in fretta del ciclo di vita degli animali è diventato una routine quotidiana,in questi immensi recinti calpestati da milioni di bestie non cresce neanche un filo d'erba.Un esercito di camion da ogni parte del paese porta tonnellate di cereali soia e mangime iper proteico che si trasformeranno in tonnellate di carne.Il risultato è che occorrono 100 litri di acqua per produrre 1 kg di patate,4000 per 1 kg di riso e 13000 litri per ottenere 1 kg di manzo per non parlare del petrolio usato nel processo di produzione e nel trasporto.
La nostra agricoltura dipende dal petrolio sfama il doppio di esseri umani sulla Terra ma ha sostituito la varietà con la standardizzazione,ha regalato a molti di noi un benessere insperato ma ha reso il nostro modo di vivere del tutto dipendente dal petrolio,questa è la nuova misura del tempo,l'orologio del mondo mai batte al ritmo di questi meccanismi infaticabili che attingono alla riserva di Sole.Sappiamo che la fine del petrolio è imminente ma ci rifiutiamo di crederci.

Per molti di noi il sogno americano si incarna nel nome di una citta’,Los Angeles in questa metropoli che si estende per piu’ di 100 km il numero di auto e’ quasi uguale a quello degli abitanti,qui ogni notte si ripete il fantastico spettacolo dell’energia,il giorno sembra il pallido riflesso di queste notti che trasformano la citta’ in un cielo stellato.Veloce piu’ veloce ormai le distanze non si misurano piu’ in miglia ma in minuti l’automobile crea nuove periferie in cui ogni casa e’ un castello a distanza di sicurezza dall’asfissiante centro della citta’e con file ordinate di villette lungo strade senza uscita,questo modello di villaggi felici e’ diventato un sogno universale diffuso dalla televisione in tutto il mondo.L’automobile e’ diventata simbolo del progresso e del benessere,se questo modello fosse seguito da tutte le societa’ sul pianeta non ci sarebbero 1 miliardo di veicoli ma 5 miliardi.


Veloci piu’ veloci piu’ il mondo si sviluppa piu’ cresce la sete di energia,ovunque ci sono macchinari che scavano,rivoltano,strappano alla terra pezzi di stelle sepolti in profondita’ fin dalla creazione,i minerali.Privilegio del potere l’80% e’ consumato dal 20% della popolazione mondiale,prima della fine del secolo lo sfruttamento eccessivo avra’ esaurito quasi tutte le riserve del pianeta.

Veloci piu’ veloci i cantieri navali sfornano petroliere e navi container per soddisfare le esigenze di una produzione mondiale globalizzata,la maggior parte dei beni di consumo,percorre migliaia di chilometri dal paese di produzione a quello in cui sara’ venduto.Dal 1950 gli scambi internazionali si sopno incrementati di ben venti volte,il 90% della merce viaggia per mare 500 milioni di cointeiner trasportati ogni anno raggiungono i centri di consumo del mondo come per esempio Dubai

Dubai rappresenta il culmine di un paese occidentale,un paese in cui l’impossibile diventa possibile,costruire isole artificiali nel mare per esempio,Dubai ha poche risorse naturali ma il denaro del petrolio puo’ far arrivare milioni di tonnellate di materiale e lavoratori da tutto il pianeta,non ha terreni agricoli ma puo’ importare il cibo,non ha l’acqua ma puo’ permettersi immense quantita’ di energia per desalinizzare l’acqua marina e costruire i grattacieli piu’ alti del mondo,Dubai ha sole a volonta’ ma nessun pannello solare,e’ il simbolo di una modernita’ totale che non smette mai di sorprendere il mondo.Dubai e’ il nuovo faro per la ricchezza mondiale,nulla sembra piu’ lontano dalla natura di Dubai ma nulla dipende dalla natura piu’ di Dubai questo non e’ che l’emblema del modello occidentale non Abbiamo capito che stiamo esaurendo cio’ che la natura ci fornisce.

Dal 1950 la pesca e’ cresciuta piu’ del quintuplo da 18 a 100 milioni di tonnellate all’anno,migliaia di navi fabrica stanno svuotando gli oceani tre quarti delle aree di pesca sono impoverite esaurite o in procinto di esserlo,molti pesci di grandi dimensioni sono scomparsi perche’ non hanno il tempo di riprodursi.Stiamo distruggendo il ciclo di una vita che ci e’ stata donata.Con il ritmo attuale le risorse ittiche sono a rischio esaurimento,il pesce e’ l’alimento principale di un essere umano su cinque.

Abbiamo dimenticato che le risorse sono scarse 500 milioni di persone vivono nelle zone desertiche del mondo piu’ di tutta la popolazione europea,conoscono il valore dell’acqua sanno utilizzarla con parsimonia qui dipendono da pozzi alimentati dall’acqua fossile accumulata nel sottosuolo quando la pioggia cadeva ancora nel deserto 25 mila anni fa,l’acqua fossile permette alle coltivazioni di crescere nel deserto e a fornire cibo alle popolazioni locali,i campi hanno forma circolare perche’ il sistema di irrigazione e’ collegato ad un perno centrale ma c’e’ un prezzo molto alto da pagare,l’acqua fossile non e’ una risorsa rinnovabile

Il grande fiume Giordano per esempio ora e’ soltanto un ruscello la sua acqua ha raggiunto i supermercati di tutto il mondo in cassette di frutta e verdura.Il caso della Giordania non e’ unico,sul nostro pianeta un grande fiume su dieci non raggiunge piu’ il mare per parecchi mesi all’anno,privato delle acque del Giordano il livello del Mar Morto si abbassa di piu’ di un metro all’anno.L’India sembra che sara’ il paese che soffrira’ di piu’ la mancanza d’acqua nel prossimo secolo,una massiccia irrigazione ha sfamato la popolazione crescente,e negli ultimi cinquant’anni sono stati creati 21 milioni di pozzi ma in molte parti del paese bisogna scavare sempre piu’ in profondita’ per  trovare l’acqua,nell’india occidentale il 30 % dei pozzi e’ stato abbandonato,le falde acquifere si sono esaurite.

A migliaia di chilometri vengono consumati da 800 a 1000 litri di acqua a persona,Las Vegas per esempio e’ stata costruita nel deserto,milioni di persone vivono qui e altre migliaia se ne aggiungono ogni mese,gli abitanti di Las Vegas sono tra i piu’ grandi consumatori d’acqua al mondo.

Per quanto potra’ continuare questo miraggio,la Terra non puo’ resistere il fiume Colorado che e’ uno di quelli che fornisce acqua a questa citta’non raggiungera’ il mare,il livello dei laghi di raccolta lungo il suo corso e’ crollato la mancanza d’acqua potrebbe colpire 2 miliardi di persone prima del 2025,


Le zone umide rappresentano il 6% dell’area del pianeta,sotto queste superfici calme c’e’ una vera e propria fabbrica le cui piante e microorganismi filtrano continuamente l’acqua e smaltiscono l’inquinamento,le paludi sono ambienti indispensabili alla rigenerazione e purificazione dell’acqua sono come spugne che regolano il flusso dell’acqua,la assorbono nella stagione piovosa e la restituiscono in quella secca.Nella corsa per conquistare territori abbiamo bonificato le paludi per farne pascoli terreni sui quali coltivare o costruire.Nel secolo scorso meta’ delle paludi sono state prosciugate,non conosciamo la loro ricchezza e il loro ruolo.

Tutta la materia vivente e’ collegata acqua,aria,suolo,alberi,la magia del mondo e d’avanti i nostri occhi.Gli alberi rilasciano l’acqua del sottosuolo sotto forma di foschia essa crea una calotta che attenua la violenza delle piogge,le foreste forniscono l’umidita’ che necessaria alla vita,catturano carbonio ne contengono piu’ di tutta l’atmosfera della Terra,sono gli unici,sono una delle pietre miliari dell’equilibrio climatico da cui tutti noi dipendiamo.Gli alberi delle foreste primarie sono l’habitat dei tre quarti della biodiversita’ de pianeta,cioe’ in pratica quasi tutta la vita della Terra.Le foreste forniscono i rimedi che ci guariscono,queste piante secernono delle sostanze che il nostro corpo riconosce le nostre cellule parlano la stessa lingua apparteniamo alla stessa famiglia,ma in appena 40 anni la piu’ grande foresta pluviale quella amazzonica si e’ ridotta del 20%.La foresta lascia il posto all’allevamento e alla coltivazione della soia,il 95% di questa soia a nutrire le mandrie ed il pollame dell’Europa e dell’Asia e cosi’ una foresta si e’ trasformata in carne.


Fino a 20 anni fa il Borneo la quarta isola piu’ grande del mondo era ricoperta da una vasta foresta primaria,con il ritmo dell’attuale deforestazione rischia di scomparire nell’arco dei prossimi 10 anni,la materia vivente collega acqua aria terra e sole,nel Borneo questo legame e’ stato infranto eppure era una delle piu’ grandi riserve di biodiversita’,questa catastrofe e’ stata provocata dalla decisione di produrre olio di palma nel Borneo uno degli olii piu’ consumati al mondo,l’olio di palma non soddisfa soltanto la nostra esigenza di cibo,ma anche di cosmetici,detergenti ed in fase crescente di bio carburanti,la varieta’ della foresta e’ stata rimpiazzata da una sola specie,la palma da olio,per la popolazione locale e’ una fonte di lavoro,si tratta di agricoltura industriale.Un altro esempio di massiccia deforestazione e’ l’eucalipto,usato per fare la pasta di cellulosa le piantagioni aumentano dato che la richiesta di carta si e’ quintuplicata in cinquant’anni,una foresta non prende il posto di un’altra foresta,ai piedi degli eucalipti non cresce nulla perche’ le foglie formano uno strato di sostanze tossiche per tutte le altre piante,crescono in fretta ma esauriscono le riserve d’acqua.


Soia olio di palma,alberi di eucalipto per produrre il superfluo la deforestazione distrugge quello che e' essenziale,ma in altri luoghi la deforestazione e' l'unica risorsa per sopravvivere,piu' di 2 miliardi di persone quasi un terzo della popolazione mondiale dipendono ancora dal carbone di legna,ad Haity uno dei paesi piu' poveri della terra il carbone vegetale e' uno dei principali beni di consumo,quella che era la perla dei Caraibi senza gli aiuti stranieri oggi non sfamerebbe la sua popolazione,sulle colline di Haiti e' rimasto solo il 2% delle foreste senza vegetazione il terreno non viene trattenuto,le acque piovane lo trascinano giu' dalle pendici fino al mare e quello che rimane e' sempre meno adatto ad essere coltivato.
In alcune parti del Madagascar l'erosione e' spettacolare,intere colline hanno enormi scuarci per una lunghezza di centinaia di metri,sottile e fragile il sottosuolo e' composto da materia vivente con l'erosione il delicato strato di humus che si era formato in migliaia di anni scompare.



Questa e' una teoria sulla storia dei Rapanui gli abitanti dell'isola di Pasqua che potrebbe fornirci uno spunto di riflessione,vivendo sull'isola piu' appartata del mondo la popolazione ha sfruttato le sue risorse finche' non e' rimasto piu' nulla,la sua civilta' non e' sopravvissuta su quelle terre sorgevano le palme piu' alte del pianeta ora sono scomparse,i Rapanui le hanno abbattute per fare legname ed in seguito il terreno ha subito una vasta erosione.I Rapanui non potevano piu' pescare non avevano legna per costruire le piroche.Eppure quella dei Rapanui e' stata una delle civilta' piu' brillanti del Pacifico,abili agricoltori,scultori,navigatori eccezionali sono stati stretti dalla morsa della sovrappopolazione e dell'esaurimento delle risorse,hanno conosciuto la violenza sociale,le rivolte e la carestia,molti non sono sopravvissuti al cataclisma.

Dal 1950 la popolazione mondiale e' triplicata e dal 1950 abbiamo alterato in modo radicale la nostra isola la  Terra piu' che in tutti i 200 mila anni della storia dell'uomo.La Nigeria per esempio e' il maggiore esportatore di petrolio dell'Africa,eppure il 70% della popolazione vive sotto la soglia di poverta',la ricchezza e' qui ma gli abitanti della nazione non possono accedervi,la stessa cosa succede in tutto il mondo la meta' dei poveri del pianeta vive in paesi ricchi di risorse.Il nostro sviluppo non ha mantenuto le sue promesse,in cinquant'anni il divario tra ricchi e poveri e' aumentato come non mai,oggi meta' della ricchezza mondiale e' nella mani del 2% della popolazione piu' agiata,una tale disparita' puo' durare?E' la causa di spostamenti di intere popolazioni di cui non abbiamo compreso ancora la portata la citta' di Lagos aveva 700 mila abitanti nel 1960 raggiumgeranno i 16 milioni nel 2025,Lagos e' una delle megalopoli cresciuta piu' velocemente i nuovi arrivati sono principalmente agricoltori fuggiti dalle campagne per problemi economici ragioni demografiche e per l'esaurimento delle risorse,questo e' un nuovo tipo di crescita urbana provocato dal bisogno di sopravvivere e non di arricchirsi.
Ogni settimana piu' di 1 milione di persone si aggiunge alla popolazione delle citta' di tutto il mondo,un essere umano su sei vive in un ambiente precario malsano sovrappopolato senza accesso alle necessita' quotidiane come acqua ed elettricita'.La fame si sta diffondendo colpisce circa 1 miliardo di persone,in tutto il pianeta i poveri frugano nella spazzatura per sopravvivere mentre noi continuiamo a cercare delle risorse di cui non possiamo fare a meno,ci spingiamo sempre piu' lontano in zone che fino ad ora avevamo risparmiato e in territori sempre piu' difficili da sfruttare.
Il nostro modello non cambia il petrolio si esaurira'? Possiamo estrarlo dalle sabbie bituminose del Canada,lu ruspe piu' grandi del mondo spostano migliaia di tonnellate di sabbia,per il processo di riscaldamento e separazione del bitume dalla sabbia vengono utilizzati milioni di metri cubi d'acqua,servono quantita' di energia colossali l'inquinamento e' catastrofico a quanto pare la nostra priorita' e' accaparrarci tutte le riserve di Sole.Le petroliere aumentano di dimensioni la nostra domanda di energia e' in continua crescita,accelleriamo lo sviluppo come una fornace senza fondo che chiede sempre piu' combustibile.
Dipende tutto dal carbonio,in pochi decenni il carbonio che rendeva l'ambiente invivibile e che la natura ha catturato in milioni di anni permettendo alla vita di svilupparsi e' stato di nuovo rilasciato nell'aria,l'atmosfera si sta riscaldando,trasporti,industrie,deforestazione,agricoltura le nostre attivita' scaricano gigantesche quantita' di anidride carbonica senza accorgecene molecola per molecola abbiamo sconvolto l'equilibrio climatico della Terra.
Gli occhi sono puntati verso i poli dove gli effetti del riscaldamento globale sono piu' visibili,sta succedendo in fretta molto in fretta il passaggio di nord ovest che collega America Europa ed Asia attraverso il polo ora e' aperto,la calotta glaciale artica si fonde,per effetto del surriscaldamento globale la calotta ha perso il 40% del suo spessore in 40 anni l'area della sua superficie in estate si riduce di anno in anno potrebbe sparire nei mesi estivi del 2030.I raggi del Sole che prima il ghiaccio rifletteva nel cielo ora penetrano nell'acqua surriscaldandola questo processo si accellera,questo ghiaccio contiene gli archivi del nostro pianeta,la concentrazione di anidride carbonica non era stata mai cosi' alta da molte centinaia di migliaia di anni,l'umanita' non era mai vissuta in un atmosfera come questa.Lo sfruttamento indiscriminato delle risorse minaccia la vita di tutte le specie?Il cambiamento climatico accentua la minaccia nel 2050 un quarto delle specie della Terra potrebbero essere a rischio estinsione,in queste regioni polari,l'equilibrio della natura e' gia' stato infranto.

Intorno al Polo Nord la calotta glaciale ha perso il 30% della sua superficie in 30 anni,ma con il riscaldamento della Groelandia l'acqua dolce del continente si riversa nell'acqua salata degli oceani,i ghiacci della Groelandia contengono il 20% dell'acqua dolce dell'intero pianeta se si sciogliessero il livallo del mare si alzerebbe di circa 7 metri,eppure qui non ci sono industrie,i ghiacci della Groelandia scontano le conseguenze dei gas ad effetto serra che vengono emessi altrove,il nostro ecosistema non ha confini,ovunque siamo le nostre azioni hanno ripercussioni su tutta la Terra,l'atmosfera del nostro pianeta e' un insieme indivisibile e' un bene che condividiamo.Sulla superficie della Groelandia stanno apparendo dei laghi,la calotta glaciale si sta fondendo ad un ritmo che neanche gli scienziati piu' pessimisti avevano previsto 10 anni fa.Sempre piu' fiumi alimentati dai ghiacci si uniscono e si insinuano sulla superficie,si potrebbe pensare che l'acqua si raffreddi nelle profondita'al contrario scorre sotto il ghiaccio trascinandolo verso il mare dove si rompe formando degli iceberg.L'acqua dolce dei ghiacciai della Groelandia si aggiunge gradualmente a quella salata degli oceani,il livello dei mari si alza scaldandosi l'acqua si dilata e ha causato solo nel ventesimo secolo un innalzamento di 20 cm tutto diventa instabile,la barriera corallina per esempio e' estremamente sensibile ad ogni variazione della temperatura dell'acqua il 30% e' gia' scomparso eppure e' un anello essenziale nella catena delle specie.

Nell'atmosfera le maggiori correnti di vento cambiano direzione,il ciclo della pioggia d' alterato la geografia del clima si d' modificata gli abitanti delle isole basse sono in prima linea la loro preoccupazione sta crescendo alcuni sono già alla ricerca di nuove terre più ospitali.
Se il livello dei mari crescerà ancora più velocemente che faranno le grandi città come Tokio la più popolosa al mondo ogni anno le previsioni degli scienziati sono sempre più allarmanti,il 70 % della popolazione mondiale vive nelle pianure costiere undici delle quindici città più grandi sorgono sulle coste o su gli estuari dei fiumi,con l'innalzamento dei mari il sale invadera' le falde freatiche privando gli abitanti dell'acqua potabile,i fenomeni migratori saranno inevitabili l'unica incognita è la loro entità.


In Africa il monte Kilimangiaro è irriconoscibile l'80% dei suoi ghiacciai è scomparso in estate i fiumi non scorrono più,la popolazione locale soffre per la mancanza d'acqua persino sulle cime più alte del mondo nel cuore dell'Himalaya le nevi eterne ed i ghiacciai stanno arretrando questi ghiacciai hanno un ruolo essenziale nel ciclo dell'acqua trasformano le piogge monsoniche in ghiaccio e le rilasciano in estate quando la neve si scioglie i ghiacciai dell'Himalaya sono la fonte dei grandi fiumi dell'Asia,2 miliardi di persone dipendono da loro per l'acqua potabile e per l'irritazione dei campi come in Bangladesh situato sul delta del Gange e del Bramaputra il Bangladesh è direttamente colpito dai fenomeni che accadono dell'Himalaya e dal livello del mare,questo è uno dei paesi più popolosi e più poveri del mondo ha già subito il cambiamento climatico,l'effetto combinato delle inondazioni ed uragani sempre più intensi potrebbe far scomparire un terzo delle sue terre,quando le popolazioni sono colpite da fenomeni così devastanti alla fine si spostano.

I paesi ricchi non saranno risparmiati,la siccità sta colpendo tutto il pianeta,in Australia metà dei territori ne sta già soffrendo,siamo sul punto di compromettere l'equilibrio climatico che ha permesso di svilupparci per più di 12 mila anni.Un numero sempre maggiore di incendi lambisce le grandi città e così aumenta il riscaldamento globale,gli alberi bruciando liberano anidride carbonica,il sistema che regola il nostro clima è stato gravemente alterato,gli elementi sui quali si basa sono stati alterati.
L'orologio del cambiamento climatico sta scandendo il suo tempo in questi magnifici paesaggi,in Siberia per esempio e altrove in altre parti del globo fa così freddo che il terreno è perennemente ghiacciato viene chiamato permafrost,sotto la sua superficie si nasconde una bomba climatica il metano uno dei gas serra,se il permafrost si sciogliesse questo gas provocherebbe un enorme aumento dell'effetto serra con conseguenze che nessuno può prevedere ci ritroveremo in un territorio sconosciuto,l'umanità non ha più di 10 anni per invertire la rotta ed evitare di entrare in quel territorio un mondo che non abbiamo mai visto.
Abbiamo provocato fenomeni che non possiamo controllare fin dalle nostre origini acqua aria e forme di vita erano intimamente collegate ma di recente abbiamo spezzato questi legami affrontiamo la realtà dobbiamo credere a quello che sappiamo,quello che abbiamo visto è il riflesso del comportamento umano,abbiamo plasmato la Terra a nostra immagine ci resta poco tempo per cambiare come farà questo secolo a portare il peso di 9 miliardi di esseri umani se ci rifiutiamo di fare i conti con tutto quello che solo noi abbiamo fatto.


Il costo delle nostre azioni e' molto caro,altri pagano il prezzo senza avere responsabilita',quanti uomini donne e bambini saranno lasciati sul ciglio della strada domani,dovremmo sempre costruire muri per spezzare la catena della solidarieta',separare le persone e proteggere la felicita' di qualcuno dalla miseria di altri e' troppo tardi per essere pessimisti,io so che un singolo uomo puo' abbattere qualsiasi muro,nel mondo quattro bambini su cinque vanno a scuola,l'istruzione non era mai stata garantita a tanti esseri umani tutti dai piu' ricchi ai piu' poveri possono dare un contributo,il Lesoto uno dei paesi piu' poveri del mondo e' quello che in proporzione ha investito maggiori risorse nella scuola,il Quatar uno degli stati piu' ricchi del mondo ha aperto le porte alle migliori universita',cultura,istruzione,ricerca e innovazione sono risorse inesauribili a dispetto della miseria e della sofferenza milioni di organizzazioni non governative sono la prova che la solidarieta' tra i popoli e' piu' forte dell'egoismo delle nazioni.In Bangladesh un'uomo ha aperto una banca che fa prestiti solo ai poveri in soli 30 anni ha cambiato la vita di 150 milioni di persone.

L'Antartide e' un continente con risorse naturali immense che nessuna nazione potra' rivendicare,un trattato firmato da 49 stati l'ha reso un tesoro condiviso da tutta l'umanita' una riserva dedicata alla pace ed alla scienza,e' troppo tardi per essere pessimisti i governi proteggono circa il 2 % delle acque territoriali,non e' molto ma e' il doppio rispetto a 10 anni fa,i primi parchi naturali sono stati creati solo un secolo fa,ricoprono piu' del 13% dei continenti,hanno creato spazi in cui l'attivita' umana si coniuga con la presevazione delle specie del terreno e del paesaggio,questa armonia fra gli uomini e la Terra puo' diventare la regola.Negli Stati Uniti,New York ha capito quello che fa la natura per noi,foreste e laghi danno acquan potabile a tutta la citta',nella Coreal del Sud le foreste erano state devastate durante la guerra del Vietnam,grazie ad un programma di rimboschimento oggi ricoprono il 65% del paese piu' del 75% della carta viene riciclato,il Costa Rica ha fatto una scelta tra le spese militari e la conservazione del territorio,il paese non ha piu' un esercito ha preferito distribuire le sue risorse nell'istruzione,ecoturismo e la protezione delle foreste primarie,il Gabon e' uno dei piu' grandi produttori di legno al mondo ha imposto l'abbattimento selettivo non piu' di un albero per ogni ettaro,le foreste sono la sua principale risorsa economica ma hanno il tempo di rigenerarsi.Ci sono programmi che garantiscono uno sfruttamento forestale sostenibile devono diventare obbligatori,per produttori e consumatori la giustizia e' un'opportunita' che deve essere colta,se il commercio e' equo ne beneficiano sia i venditori sia l'acquirente,ciascuno puo' prosperare e vivere dignitosamente,come possono esserci giustizia ed equita' se per alcuni gli unici attrezzi sono le mani nude e per altri mietono i campi con le macchine e hanno sonvenzioni statali,diventiamo consumatori responsabili,riflettiamo su quello che compriamo.E' troppo tardi per essere pessimisti,ho visto un agricoltura a misura d'uomo puo' sfamare l'intero pianeta se la produzione della carne non toglie il cibo dalla bocca delle persone,ho visto pescatori attenti alle risorse ittiche e attenti alla ricchezza degli oceani,ho visto case che producono la loro energia,5000 persone vivono nel primo eco quartiere esistente al mondo a Friburgo in Germania,altre citta' collaborano al progetto Mumbay e' stata la millesima ad unirsi a loro i governi della Nuova zelanda,Islanda,Austria,Svezia e delle altre nazioni hanno deciso che lo sviluppo delle energie rinnovabili e' la loro priorita'.

L'80% dell'energia che consumiamo proviene da si chiama energia geotermica oppure le fonti di energia fossile,ogni settimana vengono costruite due nuove centrali a carbone soltanto in Cina ma ho anche conosciuto in Danimarca una centrale a carbone che lascia il carbonio nel terreno e non nell'aria,una soluzione per il Futuro... non si sa ancora,in Islanda ci sono centrali elettriche alimentate con il calore della Terra si chiama energia geotermica,ho visto serpenti artificiali nel mare che sfruttano il movimento delle onde per produrre elettricita',ci sono impianti eolici sulla costa della Danimarca che forniscono il 20% dell'energia elettrica al paese,

L'80% dell'energia che consumiamo proviene da si chiama energia geotermica oppure le fonti di energia fossile,ogni settimana vengono costruite due nuove centrali a carbone soltanto in Cina ma ho anche conosciuto in Danimarca una centrale a carbone che lascia il carbonio nel terreno e non nell'aria,una soluzione per il Futuro... non si sa ancora,in Islanda ci sono centrali elettriche alimentate con il calore della Terra si chiama energia geotermica,ho visto serpenti artificiali nel mare che sfruttano il movimento delle onde per produrre elettricita',ci sono impianti eolici sulla costa della Danimarca che forniscono il 20% dell'energia elettrica al paese,Stati Uniti,Cina,India,Germania e Spagna sono i maggiori investitori nell'energia rinnovabile hanno gia' creato piu' di due milioni e mezzo di posti di lavoro su quale terra al mondo non soffia il vento!
Ci sono zone desertiche che brillano al sole sulla Terra tutto e' collegato e la Terra e' collegata al Sole sua principale fonte di energia,perche' gli uomini non possono imitare le piante e catturare la sua energia in un ora il Sole regala alla Terra la stessa quantita' di energia consumata da tutta l'umanita'in un anno finche' la Terra esistera' l'energia solare sara' inesauribile,non dobbiamo fare altro che smettere di scavare ed alzare gli occhi verso il cielo,non dobbiamo fare altro che imparare a coltivare il Sole,questi esperimenti sono solo alcuni esempi ma testimoniano una nuova consapevolezza,tracciano la via di una nuova avventura umana fondata sulla moderazione l'intelligenza e la condivisione.
E' il momento di collaborare,non ha importanza quanto abbiamo perso ma quello che ci resta,abbiamo ancora la meta' delle foreste,migliaia di fiumi laghi e ghiacciai migliaia di specie rigogliose,oggi sappiamo che le soluzioni esistono abbiamo la capacita' di cambiare,allora cosa stiamo aspettando?
TOCCA A NOI SCRIVERE IL SEGUITO DELLA NOSTRA STORIA...INSIEME